E’ una pulsione che oscilla tra la perversione e la mania, tra l’adorazione e la nevrosi: qualcosa di cui è difficile dare una spiegazione perché una spiegazione, forse, non c’è.

Stiamo parlando dell’adorazione dei piedi femminili, un aspetto della sfera sessuale dell’uomo che consiste nell’irrefrenabile pulsione ed attrazione nei confronti del piede femminile, delle sue particolarità e talvolta, perfino dei suoi difetti. Il piede, ha sempre assunto un significato di potere, di supremazia, quasi di umiliazione, in quando il calpestare, il sovrastare sono azioni effettuate per mezzo dei piedi.

Feticismo per i piedi

Una zona molto sensibile

Coloro che vivono la propria sessualità sottomettendosi al partner quindi, vedono nel piede un vero e proprio emblema dei propri desideri, essendone quindi fatalmente attratti. Detto questo, talvolta, anche i soggetti dominanti sono interessati al feticismo, rendendo questa pulsione trasversale. A livello scientifico il piede è un’estremità del nostro corpo ricca di terminazioni nervose e quindi, molto sensibile.

Il contatto con esso sarebbe neurologicamente causa di piacere, spiegando così, almeno in parte, la pulsione verso questa zona del corpo. Il feticismo non è da considerarsi una patologia o una devianza del comportamento sessuale, ma semplicemente una pratica intrigante e misteriosa con cui ravvivare il rapporto di coppia.

La Storia

A livello storico, il culto del piede femminile ha sempre avuto anche un’importanza sociale: basti pensare al Giappone feudale, periodo in cui le donne dovevano indossare speciali fasciature per miniaturizzare il piede in quanto, secondo i nipponici, il piede femminile doveva entrare interamente in bocca durante il rapporto sessuale.

Molte sono le varianti sessuali dell’adorazione femminile del piede, che ne prevedono lo stimolo tattile (tickling), la masturbazione tramite il loro utilizzo (footjob), e l’annusamento. Molto comuni sono anche le pratiche che prevedono il licking (leccare i piedi) o il feeding from feet (mangiare dai piedi).

Alcune volte la pulsione feticista è talmente forte da diventare l’unico ambito di interesse a livello sessuale. In questi casi quindi, l’amante si concentra solo ed esclusivamente sull’idolatrazione del piede femminile, tralasciando completamente tutti gli altri aspetti sessuali. In questi casi è lecito parlare di un vero e proprio disturbo sessuale che può arrecare dei veri disturbi alla vita di coppia.

Si parla quindi di parafilia, un disturbo che consiste nell’impossibilità di eccitarsi sessualmente senza che si osservi o si tocchi un oggetto. Il feticismo è una pratica ormai sdoganata, socialmente accettata e massicciamente presente sia nel mondo del cinema che in quello dell’arte.

Basti pensare a Quentin Tarantino, amante dei piedi femminili, che in Kill Bill dedica a questo ambito numerose scene, inquadrando ossessivamente i piedi della bella Uma Thurman.